Come perle

Come perle colorate

Meditavo nel silenzio più assoluto, dopo una mattinata tranquilla al lavoro, e cercavo di darmi delle risposte. Mi interrogavo su cosa avessi, agli occhi del Signore, di così diverso per “meritare” ciò che ho; un Uomo stupendo accanto, un’Amica speciale come Paola, un figlio amorevole che non mi ha mai dato pensieri, una famiglia dove tutti noi abbiamo sempre  ricevuto gioia e affetto,  una bella casa, una stabilità economica che ci consente d’esser sereni e tanto altro ancora.

Come perle
hosceltodiesserefelice©All Rights Reserved

Riguardavo indietro come una moviola, ripensando a tutte le persone che hanno incrociato la mia vita durante questi anni di volontariato. Ognuna di loro come una perla con diverse sfaccettature e colori ma tutte insieme a formare una collana che porto sul cuore. Una collana dove, ogni pietra colorata, è una storia a se fatta di dolore, di speranza, di disperazione o anche, perché no, di scelta di vita. Ognuna mi ha insegnato qualcosa e qualche volta mi sono sentita dire che a mia volta avevano imparato da me anche se, onestamente, ho sempre pensato che ciò che ho fatto era il minimo per ringraziare il Padre per la fortuna  toccatami.

Condivisione e ascolto sono due parole che rispetto molto. Ed ecco che, come scrivevo oggi, tutti gli esseri umani non dovrebbero mai scordare questo; l’arricchimento interiore che ne deriva. Se penso  alle storie confidatemi, alle lacrime versate mentre in silenzio le raccoglievo, mi scoppia il cuore. Siamo tutti presi dal nostro orticello e badate, non è neppure così sbagliato, per la carità! In fondo, mi direte, si lavora e si fanno sacrifici per vivere tranquilli sperando di cogliere i frutti. Sì…certo…ma gli altri? Mi accade sempre più sovente di trovarmi con persone e queste iniziano a parlare; di loro! Parlano, raccontano posticipando le loro parole con quel ” io” ma non ascoltano e per ascoltare non intendo lo stare zitti annuendo distrattamente, intendo dire ascoltare col cuore, con tutti i sensi possibili, con l’attenzione che meritano le parole altrui.

Una cosa che mi ha molto colpita, circa un anno fa, fu quando una persona mi disse che la cosa che l’aveva aiutata molto ad uscire dal tunnel dove era piombata a gambe pari, fu il mio abbraccio. Chi, mi disse, abbraccia una persona che non si lava da tempo? Chi la sta ad ascoltare davvero? E riflettendo su questo sono giunta ad una conclusione; non c’è oro al mondo che possa ripagare quando si riesce a raggiungere il cuore di un’altra persona spronandola a cambiare e migliorare la sua vita. Ascoltare e riflettere sulle parole altrui, farle nostre e trarne una lezione di vita. Questo e solo questo può renderci migliori. Torno a preparare cena!

(Visited 45 times, 1 visits today)
Precedente The End Successivo Come si cambia

4 thoughts on “Come perle

  1. I tuoi pensieri cara Greta , sono l’esempio di quanto bene ti è stato donato , sia dalla tua splendida famiglia , che dall’Amica speciale Paola, che da tantissimi ultimi ai quali dai con un gesto d’amore la tua immensa bellezza d’animo.

    Ti abbraccio con affetto cara Amica .

    Buona giornata .

    Rosy

    • Rosy mi vuoi far arrossire? Come direbbe Crozza imitando Joseph Bastianich: ” Vuoi che muoRo?”
      Buona giornata a te e grazie per queste parole.

      • Dolce Greta , e’ pura verità non potrei pensare e scrivere cio’ che non sento , e penso sia ancora poco , ti ammiro infinitamente e sono onorata d’averti come Amica .

        Ti abbraccio forte forte !

        Buon weekend

        Rosy

I commenti sono chiusi.