BLOG

 
hosceltodiesserefelice©allrightsreserved
hosceltodiesserefelice©allrightsreserved

 

Un tempo avevo un blog.  Ci scrivevo molto. Mi piaceva affidare alla tastiera ed a quelle pagine virtuali, i miei pensieri, i sogni, raccontare ciò che accadeva di bello o di brutto nella mia vita.

Poi la piattaforma chiuse battenti e decisi, in un impeto di follia, di stampare tutto (commenti compresi) e di cancellare 10 anni di blog. Qualcosa aveva cambiato la mia vita e non volevo più che chiunque potesse leggere ciò che mi apparteneva. Circa un anno dopo, decisi di aprire questo spazio ma non fu mai come prima.

La mia vita è sempre caotica, sono di corsa, faccio mille e una cose, avevo accettato un lavoro che ancor oggi mi regala grandi soddisfazioni ma mi dà anche grandi responsabilità.

Ho una famiglia che amo ( riamata)  ma che mi tiene occupata.  Il tempo libero lo trascorro con gli amici o in weekend in giro per l’America e mi godo ogni istante. Tempo fa ho anche aderito ad un progetto, nato quasi per scherzo: tenere dei corsi di cucina nel nostro Country Club e così, di tanto in tanto, insegno a gruppetti di non più di 6 persone, come preparare i capisaldi della cucina italiana.

Hubby per un periodo ha girato parecchio per lavoro (da gennaio a inizio agosto ben 72 voli) e alla fine si è stancato di stare troppo in giro ma soprattutto era preoccupato per il fatto che ad ogni uragano io fossi sola in questa enorme casa così, complice un’ ottima proposta lavorativa  ha accettato ed ora lavora 50% da casa e 50% fuori ed abbiamo molto più tempo per noi.

Tre mesi fa è morta la mia mamma per via del vaccino. Non eravamo preparati a questo ed è stato un grande dolore per tutti noi. Mamma ha lasciato un vuoto immenso: mi manca la sua voce, la sua risata, le nostre chiacchierate dall’altro capo del mondo. É uscita di scena così come ha sempre vissuto, in punta di piedi. Ci sono giorni che “arranco” mi manca il fiato dal dolore ma non riesco ancora a piangere come vorrei. Mi butto in mille cose per non pensare al fatto che non c’è più e questo mi lacera. Cerco di consolarmi pensando che ora le sue ceneri riposano insieme a quelle di Papà e sono nuovamente uniti.

Mi ripeto quanto sono stata fortunata a poterla vedere in ospedale, abbracciarla un ultima volta e dirle che l’amavo e che ci saremo presto viste a casa. Ho fatto in tempo a vederla prima che  andasse via ed ora non è più qui. La prossima volta che andremo in Italia lei non ci sarà ad aprirci la porta con il suo bellissimo sorriso. Non sentirò più le sue braccia calde stringermi.

Quando muore una mamma, muore una parte di noi ed il vuoto diviene incolmabile.  Mi ha fatto notare mio marito che ora siamo rimasti in sei e poi non ci sarà più nessuno di noi a raccontare la nostra storia, il nostro passato e benché sia  triste, sono consapevole che così va la vita.

Oggi, dopo tanto tempo, ho ripreso a scrivere in questo spazio e francamente non so neppure cosa mi abbia spinta a farlo però eccomi ad affidare i miei pensieri al blog nella speranza che, magari, quelle lacrime di liberazione riescano, finalmente, a lenire il dolore che ho dentro e che cerco di mascherare con il sorriso.

 

(Visited 41 times, 41 visits today)
GMS .

Pubblicato da hosceltodiesserefelice

" La miglior vendetta? La felicità! Non c'e niente che faccia impazzire i mediocri più che il vederti felice." Alda Merini Io ho scelto di essere felice!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.