BENVENUTI

Benvenuti 

benvenuti hosceltodiesserefelice©All Rights Reserved

Benvenuti in America amici miei! Come già spiegavo in un precedente post, le cose, qui negli Stati Uniti,  sono differenti rispetto l’Europa e avere un dottore di fiducia risulta essere il minimo  quando non si hanno più vent’anni.

Quindi, in Connecticut, primo Stato dove siamo approdati ed abbiamo vissuto per un anno, avevamo trovato un dottore a dir poco simpatico e un tantino esuberante ma molto capace.  Si chiamava Thomas ed aveva appena inaugurato la sua “Urgent Care”  aperta 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Lo avevamo scelto perché arrivava da anni di tirocinio in ER e soprattutto perché la sua struttura era nuovissima e davvero  fantastica; sale raggi, sala ecografia, esami clinici, feedback  più che positivi e, non ultimo, i 15 minuti massimi garantiti di attesa in una sala d’aspetto pulita, fornita di acqua, caffè, the, riviste e quotidiani di giornata ma sempre pulitissima. Vi lavoravano, alle dipendenze di Thomas, diversi medici tra i quali un dottore pakistano molto, molto gentile che mi ha curata da una tosse persistente. Poi abbiamo dovuto cercare il dentista perché io e Hubby che, confesso,  siamo maniaci dei denti, facciamo il controllo e la pulizia ogni 3 mesi e due volte l’anno lo sbiancamento. Così, attraverso un giro di conoscenze, siamo approdati  allo studio medico (stupendo anche quello) di un  chirurgo dentista specializzato, anche,  in maxillo facciale. Un polacco naturalizzato americano, molto alto, magro e che solo a guardarlo ti infondeva calma e fiducia; uno di quelli  che ti spiegava passo a passo tutto quello che ti faceva anche se si trattava della pulizia! Una persona educata e sempre sorridente,  molto cortese col quale, siamo poi diventati amici (e tutt’ora ci sentiamo). Una volta arrivati in Michigan, abbiamo dovuto ricominciare da capo con le varie scelte e ci siamo affidati ad internet per i  feedback estrapolando dalla lista dei nominativi  consigliati quelli che fanno parte della nostra assicurazione. Tutto questo sia  per la scelta  del medico che del dentista. Quest’ultimo si è rivelato l’ennesima  opzione vincente; simpatico e cortese e con un sorriso che è un biglietto da visita. Due settimane fa  siamo stati al primo controllo, panoramica, pulizia e sbiancamento ma la sorpresa vera e propria sarebbe arrivata a distanza di sei giorni e con la posta; un biglietto in cui ci ringraziava per averli scelti, ci augurano una felice estate  e ci danno il benvenuto come pazienti.

In 30 anni trascorsi in Italia non era mai accaduta una cosa del genere neppure quando grossi nomi della medicina mi “spolpavano”  600€ a visita rigorosamente senza fattura che quella non si fa!   Sono sempre più felice di esser circondata da persone che credono nell’importanza di questi piccoli, grandi, gesti che non solo denotano attenzione, ma regalano un sorriso e si sa quanto questo sia importante quando a donarlo è proprio un dentista!

(Visited 37 times, 1 visits today)
Precedente PAROLE Successivo Piove