FEDE

Fede 

hosceltodiesserefelice©AllRightsReserved
Fedehosceltodiesserefelice©AllRightsReserved

Mica è semplice dare un senso logico a questa parola. Oggi, mollemente a bagno, cullata dall’acqua e guardando le nuvole rincorrersi, ci riflettevo sopra. Indubbio che io la possieda e che sia anche forte ma come spiegarla? Forse come se fosse paragonata ad un viaggio, un viaggio avventuroso?

La Fede è come salire su un aereo  pilotato da Dio in persona.  Pensateci, quando saliamo su un aereo  ci fidiamo di chi pilota: se  cagiona un incidente per incapacità o leggerezza, noi rischiamo la vita, la stessa che per tutto il volo abbiamo messo direttamente nelle sue mani.Quando scegliamo di salire su quel volo dove Dio è il pilota per  fare quel percorso con Lui,  sappiamo che sarà un buon volo. Forse dovrà virare e quindi non ci porterà dove eravamo inizialmente diretti. Forse gli scali non ci piaceranno tutti, magari capiterà di perdere i bagagli ma quante persone incontreremo?  E poi abbiamo la certezza, tuttavia, che il nostro pilota ci farà atterrare dove sa che è meglio per noi: ed eccoci alla meta.  Ma cosa vuole in cambio? In cambio ci chiede di salire su quel volo e di voler viaggiare con lui e badate, in modo totalmente gratuito.  Ovviamente il pilota  ci chiederà  “Ma tu alla fine della fiera, lo vuoi  fare questo volo con me?”. E lì ecco che possiamo scegliere se dire sì e partire o dire di no, in qual caso Lui, con dispiacere, ci lascerà a terra, ma per tutta la nostra esistenza, ci porrà la stessa domanda perchè in fondo sa che sarebbe una bella avventura e alla fine,  un bel giorno,  il viaggio finirebbe ma ci ritroveremmo seduti  accanto a quel pilota per sempre pensando che abbiamo fatto davvero bene a fidarci nel salire su quel volo e ad avere avuto  Fede in Lui.

Ma come la dimostro io la mia Fede? Cercando di vivere in modo corretto, aiutando e sostenendo chi ho accanto, chi è più debole e bisognoso ma soprattutto cercando di superare i momenti duri sapendo che non sono da sola. La Fede è affrontare la vita e le sfide quotidiane senza mai perdere il sorriso.  Io non sono cattolica, non appartengo a nessuna chiesa ma Credo profondamente in Dio. Non mi piacciono le chiese, i luoghi di culto le imposizioni a pregare in modo stereotipato; penso che la preghiera sia il riassunto di come ci comportiamo e la voglia di condividere i pensieri con Lui. Scrive Luca: ” Prima di tutto dite: Pace in questa casa” il che significa che il Signore non ha bisogno di mura per pregare e la chiesa tradisce ciò che Lui insegnava imponendo regole e dicendoci come dobbiamo fare o meno. Dio è dentro di me, o come dice l’ebraismo ” la scintilla è in te”. La Fede non si compra, non si regala, essa è un atto d’amore prima di tutto verso se stessi e solo amando ciò che siamo possiamo provare lo stesso sentimento verso gli altri.

In questo periodo vengo messa nuovamente alla prova ma oggi, guardando quelle nuvole, ho sentito in me il calore della Fede e  tutta  la forza che mi serve ed ho sorriso serena.

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]
(Visited 156 times, 2 visits today)
Precedente SENZA RESPIRO Successivo I Wonder

4 commenti su “FEDE

  1. Ciao dolce e cara Greta, sai oggi piu’ che mai avevo bisogno di leggere le tue parole , questa Fede che a volte sembra vacilli , mentre altre guai non ci fosse , e penso che
    se non l’avessi avuta non so proprio come avrei vissuto tante lotte della mia vita .

    Si è vero la Fede ci da una carica in piu’ per affrontare la nostra vita , e ci accompagna
    lungo strade di luce , dove riesce sempre a far nascere in noi la Speranza .

    Ti abbraccio con affetto

    Rosy

    • Cara Rosy, proprio così! Io parlo per me, parlo del mio vissuto ma se non avessi avuto Fede non so come avrei superato certi dolori. Credere mi ha dato una marcia in più anche se, ripeto, io non appartengo a nessuna religione. Indubbio è, che questo mi dia speranza, gioia e consolazione. Ti abbraccio forte Rosy, un bacione

  2. Vince198 il said:

    «.. La fede non è un prodotto della riflessione e neppure un cercare di penetrare nelle profondità del mio essere. Entrambe le cose possono essere presenti, ma esse restano insufficienti senza l’ascolto mediante il quale Dio dal di fuori, a partire da una storia da Lui stesso creata, mi interpella. Perché io possa credere ho bisogno di testimoni che hanno incontrato Dio e me lo rendono accessibile.» Papa Emerito J. Ratzinger.
    Mi sono completamente rivisto in questo virgolettato, ancorchè trovare altra definizione esaustiva afferente il significato di quella parola non è per niente facile. Posso dire che se non l’avessi avuta in momenti particolarmente “impegnativi” della mia vita, ora non sarei qui a raccontarti alcunchè di me, Greta.
    Sarei “di là” ancor prima di avere imbastito il mio blog e di aver conosciuto, seppure virtualmente, persone che hanno lasciato un’impronta importante nella mia vita, fra cui te.
    La Fede è sempre più una via imprescindibile che illumina la mia vita, cui affido il mio spirito che mi eleva verso Dio.
    Molta parte di questo lo devo alla mia parona, naturalmente, una donna che più tempo trascorre e più reputo eccezionale per quel risvolto che mai avrei immaginato però imprescindibile che ha dato alla mia vita..
    Maman, une busadutte, di cur! Vince

    • Vince mi onora e commuove questo tuo scritto e ti confermo una volta di più che conoscerti, seppur virtualmente, è stato fonte di gioia e che la stima è reciproca. Come dicevo a Rosy, se non avessi avuto Fede non sarei sopravvissuta al dolore. Lungi da me essere una bigotta, non vado in chiesa e non mi riconosco in alcuna religione ma parlo con Dio, so che mi ascolta perchè poi trovo sempre la pace anche nel dolore. Questo mi conforta e aiuta a capirmi e ad essere clemente con chi sbaglia perdonando. Ho avuto, ed ho una vita serena proprio in funzione del mio Credere e mi avvicino al mio termine con serenità. Maman Vince une busadutte di cur!

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.