PILLOLE E ZUCCHERO…

 
Pillole e zucchero

Quando ero ragazzina erano in voga le  le canzoncine dei film  Disney. Tra queste c’era quella tratta dal film Mary Poppins ” pillole e zucchero” che diceva così:

That a…

Spoonful of sugar helps the medicine go down

The medicine go down-wown

The medicine go down

Just a spoonful of sugar helps the medicine go down

In a most delightful way…

ma diciamo che non sempre è così. Giorni fa ho fatto la famosa prima visita che vi dicevo. Mi sono scelta la clinica, ho mandato una mail per fissare l’appuntamento e 48  ore dopo, tra la  posta avevo tutti i fogli da compilare con l’anamnesi personale da portare, in seguito,  con me il giorno fissato per la visita. Ben 12 pagine di domande fitte-fitte per aiutare il medico a conoscermi. La mattina dopo sono andata in clinica. Ho scelto quella tra tante perché ha tutti i servizi medici compresi surgery cardio toracica e quando c’è tale servizio significa che la struttura è all’avanguardia, ma soprattutto l’ho scelta perché  è aperta 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Mi ero scelta il medico sul loro sito leggendo tutti i loro CV con le rispettive competenze e, puntuale come un orologio svizzero, alle 9 ora dell’appuntamento, sono entrata nella saletta medica dove mi hanno fatta spogliare e indossare il “camicino”  di cotone ed è entrata la dottoressa non prima d’aver bussato e chiesto permesso uguale uguale come in Italia ! Ha letto i fogli da me compilati  uno per uno e fatto diverse domande per approfondire prendendosi appunti e quindi mi ha visitata: Cuore, polmoni, pressione, peso, altezza, controllo delle carotidi, palpazione del seno, mi ha fato i prelievi per l’esame completo del sangue, mi ha chiesto se avevo già attivato l’applicazione sul cellulare dove potermi inviare tutti gli esiti ed i resoconti  delle visite e  poi mi ha invitata a rivestirmi ed è uscita per lasciarmi alla mia privacy. Cinque minuti dopo sempre dopo aver chiesto permesso, è rientrata con una bottiglietta di acqua fresca che mi ha offerto e ci siamo messe a chiacchierare. Le ho spiegato che prendo un farmaco salvavita e dopo avermi chiesto in quale farmacia volessi farmi arrivare  la medicina, me lo ha prescritto specificando che già da mezz’ora dopo sarebbe stato disponibile. Abbiamo fissato il check up completo per il 29 di agosto e ci siamo salutate. Costo di tutto questo zero dollari. Usciti dalla Clinica soddisfatti (lo stesso aveva fatto Hubby con un altro medico, siamo andati in farmacia e lì ecco la sorpresa. Il mio farmaco salvavita,  in Italia,  l’ho pagato nel dicembre dello scorso anno, €.7,73 ( scatola da un mese).  Mi aspettavo che lo stesso farmaco costasse più o meno lo stesso e invece…ecco la sorpresa.

pillole e zucchero hosceltodiesserefelice©All Rights Reserved

come potete vedere, il prezzo del farmaco per tre mesi, sarebbe di $ 787,79 contro i 23,19€ che avrei pagato in Italia. Per fortuna ho l’assicurazione che mi copre, visto che non sono incosciente e l’ho fatta,  e così ho pagato solo 25$ ma che botta mi sono presa ragazzi. La dottoressa mi aveva anche prescritto un antibiotico e lì è stata un tantino più tragica perché ho speso di più.

pillole e zucchero hosceltodiesserefelice©All Rights Reserved

150$ per 21 pastiglie e mi è andata bene perché se non avessi avuto l’assicurazione ne pagavo 425,76 come potete evincere dalla ricetta. Alla luce di quanto, non appena in Italia, mi farò prescrivere un’anno delle mie pastiglie e una serie di antibiotici vari che non si sa mai nella vita visto che la trozocina la pago 8,46€ e così farò ogni anno tutte e due le volte che andrò in Italia a trovare i miei. Altro che pillole e zucchero…

(Visited 98 times, 45 visits today)
Precedente Piove Successivo OPPORTUNITÀ

6 commenti su “PILLOLE E ZUCCHERO…

  1. Ciao e buon weekend dolce Greta.

    E’ sempre interessante leggere i tuoi pensieri , mamma mia quanto sono piu’ cari i farmici in America , si fai benissimo , quando verrai in Italia ti conviene farti una scorta almeno all’occorrenza non devi rischiare di spendere troppo.

    Ho letto che il 29 di agosto dovrai ritornare in clinica per un check up completo ,ma sara’ come un day hospital?

    Spero non sia nulla di preoccupante , certo sorrido , la Mary Poppins cantava :
    Con un poco di zucchero e la pillola va giu’ la pillola va giu’ 🙂

    Ti abbraccio con affetto .

    Rosy

     
    • cia Rosy e buon inizio settimana! Il 29 faccio un day hospital per un check up completo così, per controllo generale. Invece di correre avanti e indietro tra esami del sangue e visite varie, entro la mattina e faccio tutto insieme. Anche in Italia lo facevo e l’ho fatto in Svezia e Danimarca. Mi tengo sempre controllata e prevengo piuttosto che curare. Ci puoi giurare che farò scorta di antibiotici e farmaci vari! Ma hai visto che prezzi? Altro che pillola che va giù…
      Un abbraccio affettuoso

       
  2. Ciao Greta , scusa la latitanza ultimamente , ma eccomi qui a leggerti .
    Grazie!!!!
    Fai benissimo a fare un check up completo almeno una volta l’anno e’ utile , io non l’ho mai fatto , ma vedro’ a settembre di prenotarlo iniziando da mio figlio , marito e poi per me .

    Si ho visto che prezzi , guarda anche se noi siamo in Italia , i prezzi dei ticket sono salati .
    Purtroppo per una cosa o per l’altra abbiamo sempre bisogno di medicine , tra pressione , tra dolori vari quindi pomate , tra colesterolo che non ne vuol sapere di regolarsi … accipicchia!!
    Stiamo facendo ogni 2 mesi esami del sangue per vedere come va… io amo i dolci ed i formaggi , e questo lo so per il colesterolo e’ veleno !!!!!!!!
    Mi devo mettere d’impegno altrimenti sono guai 🙂
    Buon esame per il 29 cara Amica , con affetto un abbraccio !

    Rosy

     
    • ciao Rosy, eccomi qui. Come avrai letto nel post ci sono novità. Accipicchia, come diceva Faletti imitando Oronzo, ” il polistirolo ed i tricicli alti sono un problema!” soprattutto se si amano dolci e formaggi aggiungo io!
      Vediamo di amarci di più e di riguardare la salute che questa sola abbiamo
      Ti abbraccio con affetto. A presto Rosy!

       
    • Ho letto cosa sta accadendo anche in Italia e in generale nel mondo. Qui uragani e flooding. Prima Harvey e poi Irma per non parlare del terremoto in Messico. Due giorni fa ho visto cosa è accaduto a Livorno e mi spiace tantissimo credimi.
      Penso a chi ha perduto tutto, ai morti e non è facile. L’essere umano dovrebbe aver imparato dalle tragedie e invece…

       

I commenti sono chiusi.