PACE

Pace

pace hosceltodiesserefelice©All Rights Reserved

Silenzio assoluto intorno a me, solo il ticchettio della pioggia e della tastiera e senso di pace.  Hubby è partito per tre giorni per seguire la modifica di  un impianto in Coca Cola;  lavoro che gli operai ed i  tecnici possono fare solo di sabato e domenica quando la produzione è ridotta ai minimi termini. Voleva che andassi con lui per non restare sola nel weekend ma io ho due sedute di quasi due ore l’una dal  Chiropratico e poi la fisioterapista che coi suoi massaggi mi rimette al mondo!  Diciamola tutta, tre giorni passano veloci e presto saremo di nuovo insieme.

Il tempo è cupo. Sono tornata da poco da un incontro (leggi pulire verdure!) con Father Damien. Alla fine delle nostre fatiche ci siamo seduti davanti ad un caffè per parlare un po’ di tutto, anche degli eventi degli ultimi giorni. Sono senza parole per ciò che è accaduto a Mosca e cercavo di immedesimarmi in quelle madri, padri, amici o figli che hanno salutato il loro caro in una giornata qualsiasi per poi rivederlo in un obitorio. Atroce. Mi sconvolge perché accade in momento di totale quotidianità e potrei esserci io o uno dei miei cari in una metro, su un volo, per la strada durante una maratona o passeggiando in un Mall. Mi turba profondamente  che questi atti avvengano “in nome di Dio”. Penso sempre ad un Dio diverso e queste tragedie non sono volute da Lui ma dalla mano dell’essere umano.  Non riesco a non pensare ” cosa ha provato, il giovane attentatore,  che aveva contatti con i miliziani siriani quando ha piazzato gli ordigni?” Avrà incrociato sul suo cammino gli occhi di qualcuno che si recava al lavoro, a scuola, ad un appuntamento, magari passandogli accanto lo ha visto sorridere al telefono o ha ricevuto un saluto, oppure qualcuno  che tornava a casa dopo il lavoro eppure…non gli è importato di nulla.

Cosa siamo diventati? Continuiamo le nostre esistenze come “se nulla fosse” pensando sempre che questo non ci tocca perché avviene lontano da noi ma le cose non vanno così, potremmo tutti essere vittime dall’oggi al domani della follia altrui. E intanto innocenti muoiono mentre il mondo continua a girare.

“Molti di quelli che dormono nella polvere della terra si risveglieranno: gli uni per la vita eterna, gli altri per la vergogna e per una eterna infamia.”

Aspetta forse ti potrebbe interessare...

(Visited 35 times, 1 visits today)
Precedente HOME... Successivo QUOTIDIANITÁ