Jack ha occhi che sorridono

” Jack ha occhi che sorridono” 

[email protected]

” Jack lavora, molto. Le responsabilità sono diverse ma svolge il suo compito così come ha sempre affrontato la vita; con la caparbietà e la responsabilità che l’ hanno portato all’attuale posizione. Ho conosciuto il resto del Management di cui fa parte; sono persone molto alla mano, simpatiche, che hanno partecipato al nostro BBQ con le rispettive famiglie elogiando Jack quando non era vicino. Questo mi ha maggiormente inorgoglita. Non ha avuto una vita facile lui ma ha saputo fare, senza l’appoggio e l’amore di una famiglia, grandi cose ed oggi eccolo a dirigere un settore importante in una immensa multinazionale. Quando lo guardo mi chiedo dove abbia attinto la sua dolcezza lui che non ne ha mai ricevuta, lui che conosceva solo botte e maltrattamenti. Guardo quando sorride e mi pongo tante domande; personalmente io non sarei sopravvissuta al suo dolore, alle umiliazioni costanti ma lui ne ha fatto, non una sconfitta, ma un punto di forza imparando sin da ragazzino a cavarsela da solo, sempre da solo. La vita, come dice lui, “…ha imparato a sorridergli quando mi ha incontrata, quando la famiglia acquisita gli ha fatto comprendere che l’amore c’è, esiste e lui ne fa parte integrante come fosse l’ennesimo figlio e fratello ed ora si gode tutti gli arretrati !”. Lo dice guardondomi negli occhi e carezzandomi i capelli. Lo fa sorridendo e non solo con la bocca, ma anche con gli occhi e gli si formano quelle impercettibili rughette attorno. Sono innamorata di quest’Uomo che mi vizia, che mi fa sentire protetta anche se saprei difendermi da sola, che per me e con me ha lottato per il nostro Amore. Quasi tredici anni. Pochi per molti, tantissimi per noi. Anni in cui ci siamo stretti più di una volta piangendo amaramente per la cattiveria che lo circondava e che ora è solo uno sfumato ricordo; quella madre che lo definì “un aborto mancato” augurandogli la morte, ha conosciuto il karma raggiungendo l’altro aguzzino; suo marito. Una poetessa che amo molto, Alda Merini, disse: “La cattiveria è degli sciocchi, di quelli che non hanno ancora capito che non vivremo in eterno”. E noi siamo qui, insieme, circondati dall’Amore che tutto può, che tutto rende magico come il suono delle nostre risate, delle parole sussurrate che fan da eco ai nostri sentimenti. Chi vive in modo puro, pulito, non teme nulla e nutre quel legame con costanza”.

Ho scritto queste parole tempo fa e sono ancor più valide oggi, giorno in cui, Jack ha ottenuto, attraverso un’azione legale, il ristoro di quanto gli era stato sottratto. Vile denaro che finirà tutto in beneficenza perché Jack i soldi di chi lo ha definito “un errore al quale non puoi rimediare con aborto se sei fervente cattolico”, non li toccherà neppure. Soldi estorti falsando un atto pubblico da chi porta il suo stesso sangue in corpo. Oggi Jack è sereno perché ha chiuso tutte le porte. Ha firmato un documento legale che vieta alla moglie Hope, di avvisare quella persona in caso di morte. In questo giorno, ha detto “quando mi chiederanno della famiglia, dirò d’essere orfano, di esser stato abbandonato sin da piccolo” perché, in fondo, moralmente così è stato fatto; abbandonato a se stesso senza mai ricevere un abbraccio, un bacio, una parola affettuosa da quella donna e quell’uomo che lo detestavano perché, quel bimbetto, ricordava loro l’incapacità totale di essere genitori. Eccolo Jack che sorride e con lui i suoi meravigliosi occhi verdi. Eccolo ! Si è liberato da un peso, un macigno opprimente che gli schiacciava il cuore. Oggi Jack è nato!

(Visited 73 times, 1 visits today)
Argomenti
GMS .

Informazioni su hosceltodiesserefelice

" La miglior vendetta? La felicità! Non c'e niente che faccia impazzire i mediocri più che il vederti felice." Alda Merini Ho chiuso alcune porte non certo per orgoglio o vigliaccheria ma perché non erano più adatte alla mia vita. Voglio circondarmi di positività e di persone che, questa vita, l'amano davvero malgrado le difficoltà. Non c'è più posto per i gretti, per coloro che ogni giorno trovano scuse per non impegnarsi; ho scelto di essere felice!

10 thoughts on “Jack ha occhi che sorridono

  1. Vince198 il said:

    Racconto alquanto articolato e molto interessante. Avevo qualche dubbio, visti gli intrecci della narrazione, tuttavia sia il virgolettato di Alda Merini che la chiosa del post hanno chiarito il significato di questa vicenda che definirei dolorosa quanto, in un certo senso, allucinante e finita poi nel modo migliore. Credo che la vita insegni molte cose che a volte fatichiamo a conoscere nella loro essenza e che, quando creano dolore, hanno la duplice funzione di metterci alla prova e di temprarci nel prosieguo della nostra esistenza. Certo, se alcuni “passaggi” possiamo risparmiarceli è meglio, ma se bisogna attraversare un “mare in burrasca” per arrivare a vedere e godere del “sereno”, uscirne indenni è la soddisfazione più grande che si possa provare.
    Del resto mi viene da pensare che in questo mondo non esiste chi non porti almeno una “croce”, leggera o pesante che possa essere stata o che la porti ancora. Arrivo anche a dire che certe contrarietà/contrattempi/fatalità/incomprensioni formano il carattere di una persona temprandolo, per usare un termine di paragone forse un po’ banale, come una .. katana: leggera e .. micidiale.
    Per quel che mi riguarda porto un bel po’ di “punti” sul mio corpo (ricontati sono 79). Ma non mi fanno impressione, quanto quelli che ho nell’anima, molti di meno ma alcuni dolorosi nel loro ricordo..
    Mandi Greta, une busadutte ^____^

    n.b.: Tiro avanti anche se non sono molto presente specie nei blog degli amici, però tutto si sta incanalando nella via giusta e spero verso la fine di questo mese di marzo, di potermi definire del tutto soddisfatto. Del resto il distacco quasi totale del tendine della massa muscolare più grossa del corpo – nel tempo me ne sono accorto – è una faccenda abbastanza importante che stavo un po’ sottovalutando..)

    • Vince caro mai sottovalutare i segnali che lancia il proprio fisico. Rammentavo i punti (79) perché ridemmo del fatto che ti dissi che la batteria di pentole l’avevo vinta io con oltre 140 punti! Certo che io e te siamo messi bene! Scherzi a parte sei forte, hai la tempra di un friulano e quindi sei inossidabile soprattutto nella forza di volontà. Per il resto il personaggio di cui parlo, Jack, ha smesso di portare croci. Come si suol dire: ” facciamo che adesso la portino i disonesti?”. Mandi amico mio e une busade di cur.

  2. Max il said:

    what if
    the kinds of opportunities we have in the time are amazing
    looks like a dog walking three legged
    semms can’t walk… but instead
    without this problem perhaps U have no idea to go in Micha
    Maybe running U could have not be aware of a little flower… however you can observed meanwhile U walk.
    Maybe walkin’ with Rocky an’ not on the horse U can see a little ladybug flying
    Maybe U can learn da lesson of time… the thoughts can running so last than the faster machine
    Maybe U can sit on a top of a hill an’ listen don Damien when cleanin’ fishes and prepare breads
    maybe is a opportunity Greta
    a toad like me cannot know if this is it… but maybe…

    • Non lo chiedere a me. Hope la moglie di Jack potrebbe rispondere e penso che ti direbbe che se non avesse assistito a certe cose o sentito dai racconti di amici loro di famiglia che avvenivano certe cose, non lo avrebbe creduto possibile.