ANGELI

Angeli

hosceltodiesserefelice©allrightsreserved
angeli hosceltodiesserefelice©allrightsreserved

“Il momento in cui con più probabilità può succederti qualcosa di veramente straordinario, è quello in cui sei certo che niente potrà accaderti.”
(Jane Pauley)

 

Qui, dall’altra parte dell’oceano,  è metà pomeriggio. Un pomeriggio assolato in cui da ore stavo  davanti ad una pagina vuota di Word incapace, come mi accade da tempo, di trovare l’incipit per proseguire a scrivere un nuovo capitolo. Giorni fa la mia Editor, mi ha ripetuto una cosa che mi è rimasta impressa:  ” Ricorda, si scrive solo se il dolore è presente in noi ed il tuo libro questo richiede: dolore! Quando smetterai di ignorarlo ritroverai le parole”. 

Questa frase me la sono impressa a fuoco nel cervello ma a chi piace soffrire, soprattutto se per farlo si deve ricordare chi non c’è più? Mentre cercavo in me delle risposte mi sono detta che tanto valeva andare a vedere se qualcuno avesse lasciato qualcosa nella mia casella di posta quella su  una piattaforma dove, da molto tempo, non entro più. Ecco che  tra i vari messaggi, c’era quello di una persona alla quale sono parecchio affezionata che mi esortava a cercarla in chat perchè voleva rendermi partecipe di  una cosa importante. Oddio, io già non ero una “chattaiola”  da giovane figuriamoci ora e devo dire che ho fatto fatica a capire come fare,  anche perchè le cose, nel corso di questi anni, sono cambiate e non di poco. Alla fine ci sono riuscita ma di lei neppure l’ombra. Però mi sono accadute due cose bellissime. Una è che ho rincontrato Fulvia ed ho saputo che diventerà nonna e questa è stata una notizia bellissima che mi ha riportato il sorriso, e l’altra è che ho incontrato un Angelo. Il destino, credo fermamente, sia come una strada piena di bivi.  Alcuni sentieri sono lunghi e disseminati di salite, altri sono in piano ed a tratti all’ombra. Neppure il destino sa dove ci condurranno  quei bivi,  ma sappiamo solo che ad un certo punto siamo chiamati a scegliere… non c’è storia, lo si deve fare. Una leggenda dice che alcune strade portano oltre l’universo, oltre la morte e al cospetto di Dio, ma tant’è, nessuno può sapere se sia vero o meno perché mai nessuno è tornato a raccontarcelo. So però che nulla accade per caso, così come il  riportarmi  alla mente un profumo che sa di agrumi e muschio. E capita che grosse lacrime abbiano iniziato a scendere e come per magia, quella nebbia che da mesi mi accompagnava, si è dissolta  e le idee frammiste ai ricordi, hanno iniziato  a pulsare.

Gli Angeli esistono e lasciano una scia che profuma di limone e di lavanda e se  inducono a  piangere è solo per farci ritrovare il sorriso.

(Visited 264 times, 264 visits today)
Precedente Nonna Successivo CONNESSIONI DI BALSA

10 commenti su “ANGELI

  1. Ciao cara Greta, oh si che gli Angeli esistono , sai ci sono brividi e dolci lacrime che senza un motivo particolare , anche soltanto leggendo fanno si che qualche cosa ci
    faccia capire che esiste oltre la cenere dei corpi che non ci sono piu’ ….
    Un abbraccio con affetto e stima , buona feste dell’Assunta .

    Rosy

    • ne sono certa Rosy! Felice di rileggerti ti mando un abbraccio e buona festa della Assunzione anche se oggi, l’Italia tutta, piange i suoi morti di Genova

  2. Ciao cara Greta , innanzitutto come state ? Non ho piu’ tue notizie e ( scusa se lo scrivo qui’) nemmeno di Paoletta , non so che blog abbia aperto , io ne ho uno ma non comunica , spero stia bene , se passasse di qui’ a leggere spero mi contatti , mi manca tanto , ma cio’ che conta e’ che stia bene .

    Vi abbraccio entrambe con affetto .

    Buon fine settimana

    Rosy

    • Cara Rosy, stiamo tutti presi. Paoletta è stata assente per lavoro (tanto) e io un poco per lo stesso motivo, per salute e perchè sempre indaffarata. Stasera le scrivo e le dico di contattarti, sono certa che le manchi anche tu. Sono tornata Rosy e ti abbraccio forte augurandoti una bella settimana

  3. Dear Greta
    i’d like to write in english but sometimes I have no words ’cause the pain have no language… no slangs… only pictures… moments… faces… sounds… smells too (and not the smells of the Rock when he is cooking AH AH AH) and I cannot imagine what was yours.
    Perhaps I can barely get into it but they are in your heart.
    So, leave your life from the empty pages and remember the pain but the joy too… because there is a mistery into the life and the mistery have a name… have many names… one for one.
    Some bring petals, others carry thorns butta each one of them could open up a new sensations… there are tears for the pain and tears for joy too… your hand can move itself into the paper only if the heart is cookin’
    So… let the tears go free because the pain is gone and the joy is a little flower that born in a steet under snow or sun… wherever it was impossible to born… or more specifically… where we thought it was impossible.
    long Life and prosperity (a crazy friend of mine say also better if in breast AH AH AH)

    • caro Max, volevo scriverti in inglese ma l’italiano meglio si adatta con i termini, a ciò che provo. É passato un anno ancora ma il dolore è sempre uguale e nulla potrà cancellarlo perchè ha cambiato la mia vita e quello di tante altre famiglie. Forse è più corretto dire che è maturato lasciando il tempo per riflettere e sperare che gli uomini potessero comprendere ma ahimè, non è così. I miei poveri mi hanno insegnato tanto e sempre di più, stare con loro, ascoltarli, strappare i loro sorrisi o le rare risate, è la miglior medicina. Ho lasciato alle spalle così tanto! Tutto ciò che non mi era necessario, tutte le persone che si ostinavano a vivere nel loro piccolo gretto mondo e sto bene. Ho accanto una persona più generosa di me e insieme “facciamo cose”. Tu dici che gli attimi hanno odore. Io ricordo il profumo di quella mattina: un misto di caffè, il calore di un abbraccio prima del lavoro che sapeva di sapone, di sigaro, di acqua di colonia. Il dolore mi ha trasportata in un mondo diverso, decisamente migliore.
      You have taught me this way, brought joy and smiles in me. You reminded me that loving the neighbor is salvation.I’m happy because I know true love: the Lord is the only true Love.
      “For I know the plans I have for you” declares the Lord. ” Plans to prosper you and not to harm you, plans to give you hope and a future” (Jeremiah 29:11)
      Long life and love for you my dear friend.

  4. Ciao cara Greta, oggi non volevo farti mancare il mio abbraccio.
    E’ un giorno particolare per te , lo so… Che riposino tutti in pace…
    Prima o poi questo mondo cambierà, e in meglio, loro da lassù,
    avranno giustizia…
    Spero che tu e il tuo amore stiate bene.

    • Cara, carissima Anna, ti chiedo scusa per il silenzio ma ci sono stati alcuni eventi che mi hanno tenuta distante dal blog. Vorrei parlartene ma non qui, vorrei farlo un poco con tutti voi che mi siete cari quindi, se la tua mail è ancora valida, lo farò quanto prima. Per ora è davvero stancante anche solo tenere gli occhi aperti, ma ti spiegherò, non temere. Grazie per la tua vicinanza, è stato un giorno come tutti i miei 9/11. Però ho trovato la forza di perdonare chi ha ucciso chi amavo. Ti abbraccio forte e grazie di vero cuore, ai miei saresti tanto piaciuta per la tua bontà.
      “Perché se voi perdonate agli uomini le loro colpe, il Padre vostro celeste perdonerà anche a voi; ma se voi non perdonate agli uomini, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe.”
      Matteo 6:14-15

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.